Linfoma mantellare
Roche Ematologia
Janssen Oncology
ELN 2018

La sopravvivenza nella leucemia mieloide acuta associata a stato di malattia residua misurabile


La negatività alla malattia residua misurabile ( MRD ) è collegata a una migliore sopravvivenza tra i pazienti con leucemia mieloide acuta ( LMA ) e può qualificarsi come un endpoint efficace della sperimentazione clinica in questo contesto di malattia.

La persistenza della malattia residua misurabile è correlata alla sopravvivenza libera da malattia ( DFS ) e alla sopravvivenza globale ( OS ) in una serie di contesti leucemici, tra cui la leucemia mieloide cronica, leucemia linfatica cronica e la leucemia linfoblastica acuta.
Molti studi supportano anche i collegamenti tra sopravvivenza DFS e sopravvivenza OS nella leucemia mieloide acuta tra i sottogruppi di pazienti, nonostante l'elevata eterogeneità clinica in questa popolazione di pazienti.

C'è un alto grado di discrepanza nella metodologia tra gli studi che mostrano un legame tra malattia residua misurabile e sopravvivenza nella leucemia mieloide acuta.
Sono spesso utilizzati diversi metodi di rilevamento della malattia residua misurabile, come la citometria a flusso multiparametrica e la reazione a catena della polimerasi, nonché diverse fonti di campioni.
Per questo motivo, non esiste uno standard per il rilevamento della malattia residua misurabile per la guida del processo decisionale clinico attraverso lo spettro della malattia.

Per affrontare questo problema, è stata condotta una meta-analisi riguardante la connessione tra lo stato di malattia residua misurabile e la sopravvivenza nella leucemia mieloide acuta.

Nel complesso, sono stati identificati e valutati 81 studi che rappresentano i dati di 11.151 pazienti con leucemia mieloide acuta.
Tutti gli studi erano stati pubblicati nel periodo 2000-2018.

Rispetto ai pazienti che erano MRD-positivi, i pazienti MRD-negativi avevano migliori risultati di sopravvivenza globale e di sopravvivenza libera da malattia.
L'hazard ratio tra i sottogruppi per il raggiungimento della negatività MRD è stato pari a 0.36 per la sopravvivenza globale e 0.37 per la sopravvivenza senza malattia, con significatività persistente tra i sottogruppi di pazienti.
Tra i pazienti che hanno raggiunto la negatività alla malattia residua misurabile, i tassi di sopravvivenza DFS e sopravvivenza OS a 5 anni erano rispettivamente pari a 64% e al 68%.
Tra i pazienti che non hanno raggiunto la negatività alla MRD, le percentuali di sopravvivenza DFS e sopravvivenza OS a 5 anni erano rispettivamente del 25% e del 34%.

La negatività alla MRD valutata mediante citogenetica o ibridazione in situ fluorescente ( FISH ) non era predittiva di sopravvivenza senza malattia o sopravvivenza globale.

In questa meta-analisi, il raggiungimento della negatività alla MRD è risultato associato a sopravvivenza senza malattia e sopravvivenza globale superiori nei pazienti con leucemia mieloide acuta. ( Xagena2020 )

Fonte: JAMA Oncology, 2020

Emo2020 Onco2020 Farma2020


Indietro